Il pensiero spirituale
Di uomini felici a questo mondo ci cono soltanto coloro che hanno la quiete dell’anima: in mezzo ai dolori della vita,...
leggi tutto
LA SCUOLA IERI E OGGI
La scuola oggi in Italia si trascina avanti all’insegna dello “sbadigliando si impara”, quando non si giunge al tragicomico “alunni in cattedra e prof. alla lavagna”. Gli esperti puntano l’indice sui mali cronici della scuola italiana: sovraffollamento delle classi, vuoti di organico, mancanza di innovazione, precariato, eccessiva mobilità… I tentativi di riformare la scuola si sono succeduti pressoché ad ogni cambiamento di governo, ma probabilmente una riforma seria nessuno la vuole: né gli alunni, ai quali fa comodo una scuola all’acqua di rose; né alle famiglie, che tengono più al pezzo di carta, che ad una formazione autentica ed integrale dei fi gli; né alle stanze del potere, alle quali delle menti pensanti hanno fatto sempre paura. Se può consolare, anche altrove non si balla. Diceva Winston Churchill: “La mia istruzione si è interrotta solo quando andavo a scuola!”.

Conquiste di ieri e conquiste di oggi
È solo questione di proporzioni?
Settembre 2019
  • 1 d 22ª p.a. S. EGIDIO abate S. Terenziano vescovo
    In terra di briganti - la valigia avanti
    06.40
    19.48
  • 2 l
    S. Elpidio abate

    S. Zenone martire - S. Antonino martire

    A Settembre chi è esperto - non viaggia mai scoperto
    06.41
    19.46
  • 3 m
    S. Gregorio Magno papa dottore

    S. Marino diacono

    L’uomo ha gli anni che si sente - la donna quelli che mostra solamente
    06.42
    19.45
  • 4 m
    S. Rosalia vergine

    S. Ida vedova - Trasl. S. Rosa da Viterbo vergine francescana

    A Palermo S. Rosalia - infi ora la città e ogni via
    06.43
    19.43
  • 5 g
    S. Teresa di Calcutta vergine

    S. Bertino di Sithiu abate

    Tra pareri diversi - c’è del buono a sapersi
    06.44
    19.41
  • 6 v
    S. Eleuterio abate

    S. Magno abate - B. Diego sacerdote diacono

    Primo Quarto a h. 05.10
    06.45
    19.39
  • 7 s
    S. Alpino vescovo

    Ss. Festo e Desiderio martiri - S. Regina vergine

    Né troppo tardi a tavola, né troppo presto in chiesa
    06.47
    19.37
  • 8 d 23ª p.a. NATIVITÀ della Beata Vergine MARIA
    In acque poco chiare - passi chi sa nuotare
    06.48
    19.36
  • 9 l
    S. Gorgonio martire

    S. Pietro Claver sacerdote - S. Ciarano abate

    Pensando a Dio presente - vivi serenamente
    06.49
    19.34
  • 10 m
    S. Nicola da Tolentino sacerdote

    S. Teodardo vescovo martire

    Chi non sa il trucco - resta di stucco
    06.50
    19.32
  • 11 m
    Ss. Proto e Giacinto martiri

    Ss. Felice e Regola martiri

    Affetto di genero - caro ma non tenero
    06.51
    19.30
  • 12 g
    SS. Nome di Maria

    Ss. Leonzio e Serapione martiri

    Nelle pene e nella malattia - invoca il Nome Santo di Maria
    06.52
    19.28
  • 13 v
    S. Giovanni Crisostomo vescovo dottore

    S. Amato vescovo

    Il più duro dei flagelli - è l’invidia tra i fratelli
    06.53
    19.26
  • 14 s
    Esaltazione della Santa Croce

    S. Notburga vergine

    Luna Piena a h. 06.32
    06.54
    19.25
  • 15 d 24ª p.a. Beata Vergine MARIA ADDOLORATA
    Beato chi vede con l’occhio della fede
    06.56
    19.23
  • 16 l
    Ss. Cornelio papa e Cipriano vescovo martiri

    S. Eufemia vergine martire

    Anche i pittori - ne combinano di tutti i colori
    06.57
    19.21
  • 17 m
    Stimmate di S. Francesco

    S. Roberto Bellarmino vescovo dottore

    Vangelo eterno - ma sempre moderno
    06.58
    19.19
  • 18 m
    S. Giuseppe da Copertino francescano

    S. Arianna martire

    La necessità non ha peli sulla lingua
    06.59
    19.17
  • 19 g
    S. Gennaro vescovo martire

    S. Mariano eremita - S. Lamberto vescovo

    È nobile colui che ha nobili costumi
    07.00
    19.15
  • 20 v
    Ss. Andrea Kim Tae-gon sacerdote e compagni martiri


    La buona fama dorme - la cattiva, corre
    07.01
    19.14
  • 21 s
    S. Matteo apostolo evangelista

    S. Giona - S. Maura vergine

    Sotto una pioggia d’oro - non sempre c’è ristoro
    07.02
    19.12
  • 22 d 25ª p.a. S. MAURIZIO martire S. Ignazio da Santhià sacerdote francescano
    Ultimo Quarto a h. 04.40
    07.03
    19.10
  • 23 l
    S. Pio da Pietrelcina sacerdote francescano

    S. Lino papa

    07.05
    19.08
  • 24 m
    S. Pacifico francescano

    S. Rustico vescovo - B. Dalmazio Moner sacerdote

    Acqua torbida non lava
    07.06
    19.06
  • 25 m
    S. Cleofa

    S. Firmino vescovo martire - S. Solenne vescovo

    Ricchi si diventa - signori si nasce
    07.07
    19.04
  • 26 g
    Ss. Cosma e Damiano martiri

    B. Paolo VI papa

    Lumi, fiori e colli torti - poco assai giovano ai morti
    07.08
    19.03
  • 27 v
    S. Vincenzo de’ Paoli sacerdote

    S. Caio vescovo - S. Bonfi lio vescovo

    Chi doma il proprio sdegno - ha vinto un gran nemico
    07.09
    19.01
  • 28 s
    S. Venceslao martire

    Ss. Lorenzo Ruiz e Compagni martiri - B. Amalia martire

    Luna Nuova a h. 20.26
    07.10
    18.59
  • 29 d 26ª p.a. MICHELE, GABRIELE e RAFFAELE Arcangeli
    Se vuoi essere un buon cristiano - dai bigotti stai lontano
    07.11
    18.57
  • 30 l
    S. Girolamo sacerdote dottore

    B. Felicia Meda badessa francescana

    Il demonio consigliere - fa assai bene il suo mestiere
    07.13
    18.55
Coltivatori
La pancia piena non pensa a quella vuota.
LAVORI DEL MESE Preparate tutto per la vendemmia e la vinificazione. Fate ancora innesti a gemma dormiente, a condizione che il portainnesto sia ancora in vegetazione. Controllate gli innesti praticati in precedenza. Raccogliete mele e pere in due tempi, a distanza di 8-10 giorni, secondo il grado di maturazione dei frutti. In caso di pioggia, sospendete la raccolta per 4-5 giorni. Preparate i terreni per i nuovi impianti di alberi da frutto, viti e olivi.
ORTO Proseguite nell’imbianchimento di finocchi, indivie, radicchi, sedani e porri. Completate semine e trapianti iniziati in Agosto. Seguite le nuove pianticelle innaffiando e rincalzando. Riservate una particolare attenzione ai parassiti. Assicurate con una prima larga legatura i gobbi (cardi) per evitare che il vento ne rompa le foglie esterne. Scarducciate i carciofi. Semine e trapianti in terreno aperto: cicorie, radicchi, indivie, lattughe, valeriana; spinaci, rucola, ravanelli, cipolle.
GIARDINO Interrate i bulbi delle bulbose a fioritura primaverile. Raccogliete sementi e quant’altro da conservare per il prossimo anno. Fate talee di lillà, forsizie, ortensie, rose e fucsie. Seguite la rifioritura delle rose concimando, bagnando e ridando terra. Sistemate le siepi. Ripulite i cespugli di lavanda abbassando la chioma di due terzi. Continuate a cimare i crisantemi. Seminate margherite, viole del pensiero, violacciocche, primule, calendule e tutte le qualità rustiche per il prossimo anno.
VIGNA E CANTINA Mettete a punto tutto ciò che serve per alla vendemmia, alla pigiatura delle uve, e alla sistemazione dei mosti. Seguite la maturazione dell’uva e iniziate la raccolta al momento che riterrete più opportuno. Tenete presente che utilizzando un densimetro Babo ad una temperatura del mosto di 17,5 °C, un risultato zuccherino di 18 gradi dà un vino di 12,2 gradi alcolici (un grado zuccherino di 20 dà un vino di 13,5 gradi alcolici). Alcune raccomandazioni: eliminate i grappoli malati, o parti di essi, intaccate da muffe; curate un’assoluta pulizia; eliminate dalla cantina qualsiasi sorgente di cattivo odore. Per notizie più complete e dettagliate consultate il nostro libro: Vigna, Vino e Cantina, alle pag. 221-271. Giorni adatti per i travasi: dal 14 al 28 del mese.
Dal libro delle Stelle
OLTRE LE NUVOLE Chi fu il primo uomo a volare nello Spazio? Il primo uomo ad andare nello spazio fu il russo Jurij Alekseevic? Gagarin. Il 12 aprile del 1961 salì a bordo della navicella sovietica Vostok 1 e orbitò attorno al Pianeta Terra. Dopo cinque lunghi minuti dalla partenza, la centrale operativa comunicò con l’astronauta che dallo spazio disse: “Vedo la Terra, è azzurra!”. Il viaggio proseguì ad una velocità di 27400 km/h e ad una distanza compresa tra i 302 e 175 km di altezza dal suolo terrestre. La navicella, avendo effettuato il giro completo della Terra, atterrò dopo 108 minuti di viaggio.
POSIZIONI PLANETARIE Mercurio è in congiunzione superiore col Sole il giorno 4, poi entra appaiato con Venere in Bilancia il giorno 14; il Sole vi entra il 23 alle 9:49 dando inizio all’Autunno. Il 2 Marte è in congiunzione col Sole in Vergine. Gli altri Pianeti rimangono nei Segni del mese precedente: Giove in Sagittario, Saturno in Capricorno, Urano in Toro e Nettuno, in Pesci in opposizione al Sole il giorno 10.
Donne
PEPERONE Il peperone dolce è un ortaggio importato dal Nuovo Mondo, in particolare dal Sud America. La pianta produce una bacca grossa e carnosa che può assumere forme e colori differenti. I peperoni verdi, a volte, sono bacche ancora immature destinate a diventare gialle o rosse quindi il loro aroma è più acerbo e meno intenso. Altre volte, invece, è la specie di pianta che dà luogo ad un frutto verde anche a maturazione completa. I peperoni dolci si classificano, in base alla forma, in lunghi, quadrati senza punta, quadrati appuntiti, appiattiti. Consigli: quando li pulite rimuovete accuratamente dall’interno tutti i semi e le costolature bianche. Dopo che avrete arrostito i peperoni metteteli ancora caldi in un sacchetto di plastica per alimenti e chiudetela bene. Lasciateveli per alcuni minuti così il vapore emanato aiuterà la buccia a staccarsi meglio. Altre curiosità e consigli utili li trovi sul libro di Frate Indovino “In cucina non tutti sanno che…” ordinalo al numero: 075 5069369 oppure sul sito www.frateindovino.eu
Salute
A TAVOLA INSIEME Consumare i pasti in famiglia ha effetti positivi sul benessere dei ragazzi. Lo conferma un nuovo studio dell’Università di Montréal (Canada) su circa 1.500 giovani e le loro famiglie. Le ricercatrici (Linda S. Pagani dell’Università di Montréal, in collaborazione con la dottoranda Marie-Josée Harbec) hanno verificato come la costanza e la qualità dell’ambiente familiare durante i pasti favorisca una riduzione dell’aggressività con il crescere degli anni. I risultati confortano l’opinione che una regolare condivisione dei pasti con il resto della famiglia ha un’influenza a lungo termine sul benessere psicoattitudinale e sociale del bambino. In un periodo in cui la tendenza a condividere regolarmente pasti con tutta la famiglia è in netta regressione rispetto al passato, questa attitudine risulta invece necessaria per la corretta formazione delle nuove generazioni.
Per Tutti
SORRIDIAMO CON I GRANDI DELLA STORIA Il Cardinal Lambertini, futuro Papa Benedetto XIV (1675 – 1758), si dilettava nel rispondere alle più svariate domande, o commentare situazioni o avvenimenti, citando versi della Divina Commedia particolarmente idonei a sottolineare l’aspetto umoristico o ironico dell’evento. Un giorno una signora gli riferì di una nobildonna bolognese molto conosciuta, che era rimasta vedova e si era risposata solo dopo sei mesi. “Pensi, Eminenza, non ha fatto passare neppure un anno! Non è un grande scandalo? Lei cosa ne pensa”. “Cosa vuole che le dica, signora”, rispose il Cardinale, “poscia più che il dolor poté il digiuno”.
Voci che girano
La scuola non è riempire un secchio, ma accendere un incendio (William Butler Yeats).
Grembiulino nero e fiocco azzurro: per un bambino milanista il primo giorno di scuola è un trauma (Diego Abatantuono).
Alla scuola chiederei innanzi tutto di insegnare che cosa è bello, di divulgare l’armonia, di spiegare il senso dei valori (Roberto Vecchioni).
Non usare la scuola per fuggire dai tuoi problemi, devi affrontarli (dal film: Tutti insieme appassionatamente).
Se diventassi sindaco di una cittadina, aiuterei la scuola e i servizi agli anziani. Il futuro e la memoria: i nostri patrimoni più preziosi (Lapo Elkann).
I migliori insegnanti sono quelli che vi mostreranno dove guardare, ma non vi diranno cosa vedere (Alexandra K. Trenfor).
Per fortuna non sono mai andata a scuola, mi avrebbe sottratto un po’ di originalità (Beatrix Potter).
Da dove cominciare a cambiare le cose, se non da una migliore qualità della scuola? (John Elkann). A scuola sono sempre stato il primo …ad uscire dalla classe (dal fi lm: Matrimonio alle Bahamas).
Trasformare i sudditi in cittadini è un miracolo che solo la scuola può compiere (Piero Calamandrei).
Lo scopo della scuola è quello di formare i più giovani a educare se stessi per tutta la vita (Robert Maynard Hutchins).
Colui che apre una scuola, ha chiuso una prigione (Victor Hugo).
Se si perdono i ragazzi più difficili, la scuola non è più scuola. E’ un ospedale che cura i sani e respinge i malati (Don Lorenzo Milani).
Pensiero Spirituale
Di uomini felici a questo mondo ci cono soltanto coloro che hanno la quiete dell’anima: in mezzo ai dolori della vita, essi gustano la gioia dei fi gli di Dio (Santo Curato d’Ars).
Grillo Sparlante
La differenza tra i paesi industrializzati e quelli del terzo mondo: nei primi non si può bere acqua, negli altri non c’è acqua da bere.
Non c’è di peggio della superbia delle persone modeste e della furia delle anime miti.
Dopo la perdita di un ex amico: “Mi ha fatto troppo bene, perché ne dica male, mi ha fatto troppo male perché ne dica bene”.
E’ meraviglioso entrare in ufficio e vedere che gli operai che arrivano in ritardo si salutano con gli impiegati che escono in anticipo.
Dalla Bisaccia di Frate Indovino
SALSA CLASSICA PER IL VITELLO TONNATO - Ingredienti: 150 gr di maionese - 100 gr di tonno sott’olio - succo di limone - un cucchiaio di capperi - un fi letto di acciuga - pepe.
- Procedimento: sgocciolate il tonno e frullatelo assieme al succo di limone, ai capperi, al pepe, all’acciuga e qualche cucchiaio di maionese – a operazione finita unite la maionese restante continuando a mescolare - lasciate riposare la salsa e dopo 15 minuti potete utilizzarla. [cfr. il nostro libro Curarsi a Tavola - Ricette facili con erbe officinali pag. 114].
Lo Sapevate
TORNARE CON LE PIVE NEL SACCO Si dice di chi, partito con sicurezza e fiducia, se ne torna senza aver ottenuto nulla di quanto desiderava; rimanere confusi e scornati, delusi e umiliati. Con l’espressione le pive si indicano generalmente strumenti musicali a fiato, come pifferi, cornamuse, zampogne, corni e trombe. Nella vita militare si usava salutare le vittorie militari con alti squilli di tromba e altri strumenti (pive), mentre le sconfitte si incassavano in silenzio e con le trombe nei loro contenitori o zaini (sacchi). Altra spiegazione può ricercarsi nella consuetudine, diffusa in alcune Regioni di Italia, di passare a gruppi di casa in casa, suonando e cantando, e ricevere in dono cibarie e vestiario. Quando le offerte erano poche le “pive” si riponevano nei sacchi assieme alle poche cose raccolte.
Vedo Prevedo Travedo
Si renderanno necessarie nelle scuole lezioni di gusto e di buona creanza. Sarà un po’ difficile trovare gli insegnanti.
RISPOSTE STORICHE: Il Papa San Pio X (1835 – 1914) quando era ancora vescovo si trovò ad offrire del tabacco da fiuto ad un signore noto per essere un poco di buono. “Grazie, Eccellenza”, rispose il tizio, “ma io non ho questo vizio”. “Andiamo, amico”, rispose il Monsignore, “se fosse un vizio, avreste anche questo!”.
IL SAGGIO DICE: Perdere la pazienza significa perdere la battaglia (Mahatma Gandhi).
Più grande è il numero delle leggi, più grande è il numero dei briganti e dei ladri.
Se le tue parole non sono migliori del silenzio, bada di tacere.
GIORNATE FAVOREVOLI: pure lo stato psichico dei soggetti predisposti potrà risentirne, specialmente nella seconda metà del mese.
Specola
FENOMENI CELESTI: Mercurio è visibile al tramonto nella seconda parte del mese; Venere è visibile al tramonto, meglio verso la fi ne. Marte torna visibile nei bagliori dell’alba nell’ultima decade; Giove è visibile nella prima parte della notte, ma per sempre meno tempo. Saturno è visibile nella prima parte della notte, ma solo fino a metà mese, poi anticipa il suo tramonto.
MACCHIE SOLARI: ancora in aumento; visibili gruppi di macchie all’equatore dell’astro.
TEMPESTE MAGNETICHE: in aumento proporzionato all’attività solare.
Contattaci
Edizioni Frate Indovino
Via Marco Polo, 1 bis
06125 Perugia - ITALY
  Numero unico Servizio Clienti
(+39) 075 5069369
CHIUSO:
il venerdì pomeriggio,
il sabato e i giorni festivi
info@frateindovino.eu    Fax (+39) 075 5051533 
 
© 2011 Edizioni Frate Indovino - pi 00478700545